Regolamenti

Nel darvi il benvenuto nella nostra Struttura vi invitiamo a leggere attentamente i Regolamenti di seguito riportati – ampiamente pubblicizzati nel nostro sito Web e presso il Camping Village Capalonga – ricordando che gli stessi sono vincolanti per chiunque – cliente, ospite o visitatore – acceda alla Struttura o prenoti le relative risorse (piazzole e unità abitative; posti-barca a servizio del Camping).
Accesso alla Struttura, utilizzo delle piazzole e delle unità abitative e loro restituzione al termine del soggiorno.


Art. 1 (Identificazione e accesso alla Struttura) - Il cliente o l'ospite in arrivo sono tenuti a presentarsi all'ufficio accettazione, ove esibiranno un documento di riconoscimento per ogni singolo componente del gruppo.

Il soggetto che sottoscrive la scheda ai fini degli adempimenti in materia di P.S. garantisce la correttezza dei dati dichiarati per tutti i componenti del gruppo, assumendo ogni conseguente responsabilità.
Ad ogni cliente od ospite verranno rilasciati un bracciale identificativo (che dovrà essere portato al polso da tutti i clienti ed ospiti del campeggio) e una carta di controllo personale da esibirsi all'ingresso del campeggio o a richiesta del personale di servizio. L'esibizione del solo cartellino non è sufficiente ai fini di dimostrare l'appartenenza alla struttura. Verrà inoltre applicato sul cristallo dell'autovettura un adesivo con l'emblema del campeggio.
Si avvisano gli ospiti che durante il soggiorno il Personale della Struttura si riserva di verificare l'identità delle persone presenti all'interno del campeggio e di controllare la corrispondenza con quanto dichiarato.
Si segnala che l'ingresso non autorizzato integra violazione di norme del Codice Penale (in particolare art. 614 Cod. Pen. in materia di violazione di domicilio).

Art. 2 (Visitatori) - Eventuali visitatori sono ammessi soltanto previa autorizzazione della direzione, e qualora la visita si protragga per più di un'ora sono tenuti al pagamento della tariffa giornaliera.
Anche i visitatori sono tenuti a presentarsi previamente all'ufficio accettazione del campeggio per le pratiche di identificazione e di accesso, consegnando il proprio documento di identità personale che verrà restituito all'uscita.
Durante la permanenza nel campeggio gli stessi sono tenuti ad indossare l'apposito bracciale identificativo e a conservare la carta di controllo personale.
 
Art. 3 (Orari Check-in e Check-out) - Si ribadisce che le piazzole sono disponibili per la consegna dalle ore 12 del giorno di arrivo, e le unità abitative dalle ore 15.30 del giorno di arrivo (salvo preventivo accordo con la struttura per la consegna anticipata tra le ore 11.30 e le ore 13.30, dietro pagamento, in tal caso, di un supplemento di Euro 50,00).
Gli ospiti in partenza devono liberare le piazzole entro le ore 12.00 e le unità abitative entro le ore 10 e lasciare la struttura entro il medesimo orario, pena l'addebito dell'intera giornata.

Art. 4 (Ufficio cassa) - L'ufficio cassa è aperto al mattino dalle ore 8.00 alle ore 12.00 e nel pomeriggio dalle ore 16.00 alle ore 18.00. I cartellini di controllo dovranno essere restituiti al momento del saldo del soggiorno. I documenti personali verranno riconsegnati alla partenza.

Art. 5 (Assegnazione piazzole e unità) - L'assegnazione delle piazzole e delle unità abitative agli ospiti in arrivo è effettuata dal personale del campeggio.

Art. 6 (Occupazione piazzole) - E' consentito occupare solo la piazzola assegnata.
 
Art. 7 (Stato e consistenza unità abitative) - I Clienti delle unità abitative sono pregati di controllare al momento dell'arrivo lo stato di pulizia e la dotazione dell’alloggio secondo l’inventario reperibile all’interno dello stesso. Eventuali mancanze o inadeguatezze dovranno essere comunicate alla direzione entro le ore 12 del giorno successivo.

Art. 8 (Dotazioni) - Durante il soggiorno il Cliente e’ tenuto ad aver cura di quanto avuto in dotazione. Guasti, rotture o malfunzionamento di impianti dovranno essere segnalati alla direzione che avrà cura di organizzare il personale addetto alla manutenzione.
I clienti ed ospiti del campeggio sono tenuti ad usare con cura ed avvedutezza le biciclette avute in dotazione e a farsi carico delle piccole riparazioni inerenti il normale uso delle stesse. I medesimi saranno altresì tenuti a farsi carico dei costi di riparazione in caso di rotture e malfunzionamenti rilevati all'atto della restituzione al termine del soggiorno.

Art. 9 (Comunicazione Variazioni) - L'ospite è tenuto a comunicare alla Direzione in tempo reale qualsiasi tipo di variazione, in arrivo e in partenza, inerente il suo equipaggio, ovvero riguardante gli occupanti della piazzola o dell'unità. In difetto non sarà possibile chiedere a posteriori la riduzione del prezzo del soggiorno e la Direzione non sarà responsabile di maggiori addebiti relativi a soggiorni non correttamente comunicati.

Art. 10 (Saldo) - Il saldo del soggiorno potrà avvenire durante gli orari dell'ufficio cassa  in qualsiasi giorno della settimana, ma comunque al più tardi entro il giorno antecedente la partenza. Partenze di notte o fuori orario d’ufficio dovranno essere preventivamente concordate con la direzione affinche’ possano essere organizzate le operazioni di controllo, restituzione della cauzione e dei documenti.

Art. 11 (Pulizie) - L'alloggio deve essere lasciato in perfetto stato di pulizia, così come consegnato. L'addebito per le pulizie non eseguite o non compiutamente eseguite dal cliente ammonta ad Euro 50,00.
La piazzola dovrà essere lasciata pulita ed in ordine.

Art. 12 (Cauzione) - Onde ottenere la restituzione della cauzione - da versarsi all'arrivo in campeggio e pari ad Euro 75,00 per ciascuna unità abitativa - il Cliente, lasciato libero l’alloggio, è tenuto a riconsegnare presso l’ufficio accettazione le chiavi, i cartellini di identificazione, i bracciali e la ricevuta del deposito cauzionale, nonché ed esibire la ricevuta del saldo del soggiorno (voucher per le agenzie).

Art. 13 (Trattenimento Cauzione) - Effettuato il controllo, in assenza di danni o mancanze verrà restituita la cauzione assieme ai documenti personali. L’operazione di controllo potrà durare circa 15 minuti. Nel caso vengano rilevati danni o mancanze, essi saranno addebitati al cliente in base ai listini di valutazione disponibili per la consultazione presso l'ufficio accettazione.

Art. 14 (Durata minima soggiorno) - Nei periodi di alta stagione il soggiorno minimo è di sette giorni. Eventuali deroghe potranno essere accordate esclusivamente dalla direzione.

Art. 15 (Divieto di sub-locazione) - Non è consentita la sub-locazione o cessione a terzi della risorsa e del contratto, salvo deroghe espressamente concesse dalla Direzione.

II°
Divieti ed obblighi di comportamento degli Ospiti

Art. 16 (Animali) - E' vietato introdurre nella struttura cani od altri animali. Tale divieto non opera per il solo Campeggio “Capalonga”, all'interno del quale è ammesso l'ingresso dei cani, nei soli limiti ed alle precise condizioni dettagliatamente previste nell'apposito Regolamento (“Regolamento Animali”).

Art. 17 (Consistenza Tende e Roulottes) - Non si accettano roulottes o tende non abitate o in precario stato di conservazione. L'attrezzatura vuota o inadeguata verrà rimossa d'ufficio a spese del responsabile.

Art. 18 (Orario del Silenzio) - I campeggiatori e gli ospiti del campeggio devono rispettare il silenzio dalle ore 13.30 alle ore 15.30 e dalle ore 23.30 alle ore 7.00 del mattino. Durante tali periodi è assolutamente vietato l'uso di veicoli motorizzati, salvo deroghe che potranno essere concesse esclusivamente dalla direzione.
In generale, ed anche fuori da tali orari, vanno evitati comportamenti, attività e giochi nonché l'uso di apparecchiature che possano recare disturbo agli altri ospiti e turbare la quiete del campeggio.

Art. 19 (Limiti di velocita e modalità di circolazione) - Nell'ambito del campeggio vige il limite massimo di velocità di 10 km/h per i veicoli a motore e l'obbligo di rispettare la segnaletica in loco e le norme del codice della strada.
Per qualunque veicolo, anche non motorizzato (ivi comprese le biciclette), vige comunque l'obbligo di comportarsi con particolare prudenza e di adeguare la velocità e la condotta di guida in modo da evitare ogni pericolo per gli ospiti del campeggio.

Art. 20 (Minori) - I bambini devono essere costantemente sorvegliati ed accompagnati da una persona adulta, responsabile della loro custodia (anche per eventuali danni a terzi) e della loro sicurezza, mentre la Direzione declina ogni responsabilità in proposito.

Art. 21 (Giochi) - I giochi a disposizione nel Campeggio (compresi i giochi acquatici della piscina) e sulla spiaggia devono essere utilizzati nel rigoroso rispetto delle indicazioni fornite.
L'accesso ai giochi è consentito solo ai minori accompagnati da un adulto responsabile.
La Società declina la propria responsabilità per ogni eventuale uso improprio e non consentito.

Art. 22 (Oggetti smarriti) - Gli oggetti trovati all'interno del campeggio debbono essere consegnati alla direzione che curerà la restituzione al legittimo proprietario.

Art. 23 (Divieti) - E' vietato :
  • scavare buche nel terreno;
  • accendere fuochi all'aperto;
  • versare sul terreno oli, carburanti, liquidi bollenti, salati o di rifiuto;
  • lavare auto od altri mezzi ;
  • lavare stoviglie e biancheria fuori dagli appositi lavelli;
  • stendere recinzioni, teloni ombreggianti, legare o ancorare alcunchè alle piante, tirare corde ad altezza d'uomo, installare quant'altro possa costituire pericolo o essere d'intralcio al passaggio; nonché in generale  porre in essere ogni condotta che possa costituire pericolo di danno a cose o persone o essere fonte di disturbo per gli ospiti del campeggio.

Art. 24 (Barbecue) - E' consentito utilizzare esclusivamente il barbecue in dotazione a condizione che le condizioni meteorologiche lo consentano, e purchè non si arrechi disturbo agli altri ospiti e non si creino situazioni di pericolo.
I clienti ed ospiti sono responsabili dell'utilizzo in sicurezza e di ogni eventuale danno causato.

Art. 25 (Rispetto di impianti, arredi, piante ed alberi) - Sono da rispettare impianti, arredi, piante ed alberi.

Art. 26 (Servizi Igienici) - I servizi igienici vanno lasciati in condizioni di decoro e pulizia. Si segnala che gli stessi sono sottoposti a turni di chiusura temporanea per attività di pulizia e sanificazione.

Art. 27 (Rifiuti) - Carte, mozziconi e rifiuti sono da depositare negli appositi contenitori, e da trattare nel rigoroso rispetto della vigente normativa in materia di raccolta differenziata.

Art. 28 (Prescrizioni della Direzione e del Personale) - La Direzione e il personale del Campeggio si riservano di prescrivere agli ospiti e visitatori del campeggio ogni ulteriore condotta necessaria od opportuna per la salvaguardia della tranquillità e della sicurezza delle persone o per la tutela dei beni che compongono la Struttura, con obbligo dei clienti ed ospiti di attenersi rigorosamente alle prescrizioni impartite.

Art. 29 (Certificazioni) - Il Cliente prende atto che la Società possiede la certificazione “Sistema di Gestione Ambientale EMAS” (Regolamento Europeo n.1836 del 29/06/1993), la certificazione “UNI EN ISO9001” e la certificazione “UNI EN ISO14001” da parte del DNV Italia. Il Cliente, per quanto suddetto, s’impegna ad applicare tutte le procedure e/o le modalità di comportamento che la Società richiederà in conseguenza e nel rispetto delle predette certificazioni, in particolar modo relativamente al trattamento dei "rifiuti”.

Art. 30 - (Doveri degli ospiti del campeggio e facoltà di loro allontanamento) - In generale un comportamento corretto e prudente all'interno del campeggio, in spiaggia e nelle aree attrezzate, così come l'osservanza dell'ordine e della pulizia, sono precisi obblighi degli ospiti del campeggio. In caso di mancato rispetto delle suddette regole di comportamento la direzione avrà facoltà di allontanare dal campeggio i trasgressori.

III°
Uso della Piscina

Art. 31 (Caratteristiche tecniche) - Le piscine e le vasche hanno le seguenti profondita:

Piscina River Capalonga
area nuoto: prof. 140 cm.
area “river”: prof. 120 cm.
area bambini: prof. 60 cm.
area giochi interattivi: prof. 20 cm.
area idromassaggio: prof. 90 cm.

Piscina Laguna Capalonga
Piscina nuoto (coperta): prof. 120 cm.
Piscina bambini: prof. 0-60 cm.
Piscina baby: prof. 0-20 cm.


Art. 32 (Giorni e orari di apertura) - Le piscine sono aperte dalle ore 10,00 alle 19.00 e restano chiuse nell'intera giornata di Lunedi (Parco Acquatico River) e Venerdi (Piscina Laguna) onde consentire la completa pulizia.
La Direzione si riserva di effettuarne la chiusura anche in diversi giorni od orari, per ragioni di manutenzione straordinaria o di igiene.  
Negli orari e giorni di chiusura è rigorosamente vietato l'uso della piscina.
Considerata l'esigenza di garantire la fruizione della piscina in sicurezza ed in adeguate condizioni di benessere, la Direzione si riserva di limitare il numero complessivo degli accessi alla piscina anche in caso di eccessivo sovraffollamento, in base alle esigenze del caso concreto. 
La Direzione assicura il funzionamento dell'impianto di filtraggio, sterilizzazione e ricambio solo durante il tempo di apertura e non risponde di eventuali lamentele per danni provocati dall'inosservanza di quanto sopra. La stessa avrà facoltà – per garantire il rispetto delle disposizioni sanitarie in materia – di far allontanare dalla piscina le persone che ne usufruissero fuori orario.

Art. 33 (Prescrizioni per l'accesso) -   Per poter accedere all'area piscina è necessario lavarsi nelle apposite docce e sciacquarsi nella vaschette lava-piedi. Per motivi igienici non è consentito l'accesso all'area piscina di carrozzine ed altri oggetti che non possano essere disinfettati.
Deroghe potranno essere concesse dalla Direzione per ausili per disabili, che andranno comunque adeguatamente igienizzati.
L'ingresso è consentito ai soli clienti ed ospiti della struttura che indossano il bracciale di riconoscimento

Art. 34 (Bagnanti inesperti) - I bagnanti inesperti devono usare le vasche loro dedicate e indossare braccioli o giubbotto salvagente. Non è consentito l'accesso alla piscina ai bambini non accompagnati.

Art. 35 (Raccomandazioni) - Si consiglia di lasciar trascorrere un intervallo di almeno tre ore tra il pasto ed il bagno. Per poter usufruire della piscina i bagnanti devono essere esenti da malattie contagiose o comunque trasmissibili, nonchè da lesioni o ferite aperte che siano incompatibili con l'uso della piscina.

Art. 36 (Divieti) – E' vietato introdurre nella piscina materassini, canotti e simili. Sono proibiti i salti e le spinte dai bordi della piscina, gli scherzi in acqua e le corse nelle vicinanze della piscina, rese scivolose dalla presenza di acqua. E' vietato sporcare in qualunque modo l'acqua delle vasche e le aree limitrofe. Il Personale avrà la facoltà di allontanare in qualsiasi momento i bagnanti che mantengono un comportamento non corretto e che contravvengono alle prescrizioni date per la tutela della sicurezza, dell'igiene e dell'incolumità delle persone.

art. 37 (Dovere di custodia) - Si invitano gli utenti a non lasciare beni incustoditi nell'area piscina.
E' altresì vietata l'occupazione prolungata dell'area piscina e dei relativi arredi con asciugamani o altri oggetti personali in assenza del proprietario.
Il Personale avrà facoltà di rimuovere eventuali oggetti lasciati incustoditi, che saranno collocati nell'apposito contenitore presente nella zona piscina.

Art. 38 (Prescrizioni specifiche per le Vasche Idromassaggio) - L'uso delle vasche idromassaggio è consentito solo agli adulti ed ai ragazzi di età superiore ai 14 anni.
Per un uso corretto e salutare e per dar modo a tutti gli ospiti di fruire dell'impianto la permanenza in vasca deve limitarsi ad un massimo di 15 minuti.
Prima di immergersi nell'acqua è fatto obbligo di sottoporsi ad adeguata doccia.
Al piano di calpestio è possibile accedere solo a piedi nudi.
L'uso delle vasche idromassaggio è vietato alle persone affette da eventuali patologie, tenute a valutare autonomamente e rigorosamente i rischi per la propria salute derivanti da tale uso.

Art. 39 (Esclusione di responsabilità) - La Direzione declina ogni responsabilità per furti, incidenti o danni a persone o cose dovuti all'imprudenza degli utenti.

IV°
Eventuale rimessaggio

Art. 40 (Accordo di rimessaggio ) -  Il servizio di eventuale rimessaggio di roulottes, camper e imbarcazioni è svolto dalla Struttura  solo previa stipula di apposito contratto scritto con l'utente e dietro versamento di apposito corrispettivo.

Art. 41 (Obbligo di asportare denaro, valori attrezzature e dotazioni) -  In caso di presa in consegna del bene la custodia si intenderà comunque limitata al bene stesso (roulotte, camper o natante) nella sua struttura essenziale, con obbligo per l'utente di asportare preventivamente oggetti, denaro e/o altri valori presenti all'interno (ivi comprese attrezzature, accessori e dotazione del bene, a meno che si tratti di oggetti stabilmente incorporati ovvero, in caso di beni amovibili, di oggetti espressamente consegnati e dati in custodia alla Società dall'Utente, con contestuale redazione e sottoscrizione di apposito verbale).
Resta esclusa ogni responsabilità della Società per sottrazioni, perdite o deterioramenti di eventuali oggetti lasciati dall'Utente a proprio rischio e pericolo all'interno del bene.

Art. 42 (Obbligo di assicurazione) - Roulottes, camper e natanti dovranno essere muniti di regolare assicurazione in corso di validità. La mancanza di adeguata copertura assicurativa legittimerà la Società a rifiutare la conclusione del contratto ovvero a pretendere l'immediato asporto del mezzo.


Responsabilità degli Ospiti e della Struttura

Art. 43 (Dovere di custodia dei propri effetti personali, denaro e beni di valore – Cassaforti, Servizio Custodia Valori, Cassette di Sicurezza) -  Gli ospiti e visitatori del campeggio sono tenuti a custodire con attenzione i propri effetti personali. Denaro ed oggetti di valore non vanno lasciati all'interno delle tende, roulottes ed unità abitative, ovvero all'interno dei veicoli.
Si segnala che tutte le unità abitative sono provviste di cassaforte e serratura d'ingresso munita di sistema di chiusura . Si segnala altresì che presso l'ufficio accettazione è disponibile un servizio custodia valori  e che presso il medesimo ufficio sono disponibili cassette di sicurezza a noleggio.
Gli utenti delle unità abitative sono tenuti a depositare denaro, preziosi ed oggetti di valore nelle apposite cassaforti ed a tenere le unità rigorosamente chiuse a chiave, mentre gli altri ospiti del campeggio sono tenuti a usufruire del servizio di custodia valori o delle cassette di sicurezza.
Considerata la peculiarità della Struttura e dei servizi offerti – campeggio e vacanza in mezzo alla natura -  
si raccomanda agli ospiti del campeggio di non portare all'interno del Campeggio oggetti di eccessivo valore, che andranno comunque dichiarati alla Direzione ed espressamente affidati in custodia alla stessa, con facoltà della Direzione di rifiutare la custodia di oggetti il cui valore appaia sproporzionato rispetto alle caratteristiche della Struttura ed al tipo di vacanza offerto.
La violazione delle indicazioni sopra fornite integrerà grave colpa dell'ospite e comporterà l'esclusione di qualsivoglia diritto al risarcimento.

Art. 44 (Esclusione di responsabilità per perdite e furti ) -  La Struttura non assume responsabilità per perdita o furto di oggetti e valori non affidati ed accettati in custodia, ovvero non custoditi adeguatamente dagli utenti.

Art. 45 (Esclusione di responsabilità per perdite e furti di veicoli) - Si ricorda che è comunque esclusa ogni responsabilità per furto o perdita di veicoli (ivi comprese le biciclette), e si raccomanda pertanto, ove si tratti di beni di particolare valore, di valutare l'opportunità di sottoscrivere autonoma polizza assicurativa a copertura di furto, perdita o danni.

Art. 46 (Ambiente naturale) -   Si ricorda che la Struttura sorge in un ambiente naturale particolare e che la conservazione di tale ambiente e delle sue caratteristiche di spontaneità ed accentuata naturalezza costituisce caratteristica intrinseca e valore aggiunto del campeggio.
Deve pertanto ritenersi situazione normale – a titolo esemplificativo – la presenza di irregolarità del terreno, la caduta di pigne e di resina etc., nessuna responsabilità potendo essere addebitata alla Struttura in conseguenza del dinamismo intrinseco dell'ambiente naturale in cui il campeggio è immerso.
Si ricorda altresì che durante la stagione possono verificarsi fenomeni atmosferici anche intensi ed addirittura eccezionali. In considerazione degli intensi eventi atmosferici verificatisi negli ultimi anni si consiglia di valutare l'opportunità di sottoscrivere polizza assicurativa a copertura di ogni conseguente possibile danno.

Art. 47 (Esclusione di responsabilità per Danni non dipendenti da condotte negligenti del personale del campeggio) -   La Struttura non risponde di infortuni e ferite accidentali né di danni causati da altri ospiti, da forza maggiore, da calamità naturali, da fenomeni atmosferici eccezionali, e in generale da altre cause non dipendenti da condotte negligenti del personale del campeggio 

Art. 48 (Assicurazione) - Si informano gli ospiti del campeggio che Bibione Mare S.p.a. ha stipulato polizza r.c. per la copertura (alle condizioni precisate nella polizza) della responsabilità civile verso terzi.

VI°
Clausole finali

Art. 49 (Foro Competente)  -  Per qualsiasi controversia tra la Società ed i clienti ed ospiti del Campeggio  resta stabilita in via esclusiva la competenza territoriale del Foro in cui ha sede la Società (salva la previsione normativa di diverso Foro di natura inderogabile).

Art. 50  (Legge applicabile) - Il rapporto tra la Società ed i Clienti ed ospiti del Campeggio è regolato dalla legge italiana.

AVVERTENZE

Gli ospiti affetti da eventuali intolleranze (alimentari, nei confronti degli animali o di altro tipo) o patologie sono tenuti a valutare autonomamente l'idoneità della Struttura al loro soggiorno.

La Direzione è a disposizione per fornire ogni eventuale maggiore informazione o chiarimento.
Per quanto occorre possa si segnala sin d'ora:
- che presso il Campeggio “Capalonga” sono ammessi gli animali (nei limiti ed alle condizioni specificate nel relativo Regolamento) 
- che presso la Struttura vengono effettuati trattamenti periodici anti-zanzare ed utilizzati prodotti chimici per la pulizia, nel rispetto delle previsioni di legge.

Si invitano gli ospiti ad informarsi presso la Direzione per conoscere gli esatti prodotti utilizzati.

Si informa che le Autorità da contattare in caso di emergenza sono:
  • Pronto Soccorso: 118
  • Direzione Struttura: +39 0431 438351
  • Vigili del Fuoco: 115
Il seguente Regolamento ha lo scopo di tutelare la sicurezza e il benessere della clientela nonché l'ordine e la pulizia nell'ambito della spiaggia adiacente al Campeggio.
Ogni cliente ed ospite del Campeggio è tenuto al rispetto di tutte le norme di legge e dei regolamenti che disciplinano in generale l'attività sulle spiagge e l'uso delle attrezzature, nonché al rispetto dell'Ordinanza di Disciplina delle Attività Balneari e di Sicurezza Balneare emanate dalle competenti Autorità, in vigore presso la località turistica di Bibione.
A tali provvedimenti è data adeguata pubblicità mediante esposizione all'ingresso della Spiaggia.
Si richiama l'attenzione dei clienti ed ospiti sui punti di seguito riportati.

1. Il servizio spiaggia è a pagamento ove non diversamente indicato nella conferma di prenotazione. Ove a pagamento può essere acquistato in fase di prenotazione ovvero direttamente presso il Campeggio.

2. Per usufruire del servizio occorre rivolgersi alla Direzione del Campeggio per il rilascio dell'apposito Voucher, che va esibito ad ogni richiesta del personale preposto. Il Voucher emesso non è rimborsabile e non è cedibile a terzi. Il cliente deve conservare e portare con sé il Voucher comprovante il suo diritto ad usufruire dei servizi spiaggia, per essere in grado di esibirlo al Personale preposto ai controlli.

3. Non possono esser prelevate sedie o lettini da altri posti spiaggia.

4. Non possono esser occupati con sedie e lettini del posto spiaggia assegnato i posti spiaggia adiacenti.

5.  Le attività sportive ed i giochi (pallavolo, calcio, gioco delle bocce, ecc.) sono consentiti solo nelle zone retrostanti gli ombrelloni, e avendo cura di non recare disturbo agli altri clienti ed ospiti. La Società declina ogni responsabilità per danni a cose o persone causati dalle attività praticate da clienti ed ospiti sotto la propria esclusiva responsabilità.

6. Per ragioni di sicurezza è consentito unicamente lo scavo di buche di dimensioni contenute, che non possono essere lasciate incustodite e vanno sempre ricoperte.

7. L'utilizzo dei giochi da parte dei bambini deve avvenire alla presenza dei genitori o delle persone adulte che ne hanno la custodia. La direzione declina ogni responsabilità per un uso improprio delle attrezzature. Si raccomanda di non salire sui giochi bagnati dalla pioggia.

8. È vietato disporre nella zona di lido compresa nei 5 metri dalla battigia ombrelloni, sedie a sdraio, unità da diporto o altri oggetti di ostacolo al transito e alla balneazione. In presenza di stabilimenti balneari, il divieto si estende anche oltre i cinque metri dalla battigia fino alla prima fila di ombrelloni.

9. È vietato gettare rifiuti sull'arenile.

10. È vietato accendere fuochi sulla spiaggia. I trasgressori saranno segnalati alle competenti Autorità.

11. Nel rispetto delle prescrizioni normative vigenti la Società svolge attività di salvataggio e di primo soccorso, in conformità a quanto disposto dall'Ordinanza Comunale per la Disciplina delle Attività Balneari.

12. Significato della bandiera esposta: BLU: servizio di salvataggio attivo e condizioni meteo ideali e sicure per la balneazione; GIALLO: attenzione! Servizio di salvataggio ridotto. Balneazione consentita; ROSSO: pericolo o mancanza del servizio di salvataggio! - Balneazione sconsigliata.

13. Nel caso in cui lo stato del mare venga giudicato pericoloso ovvero sussistano situazioni di pericolo verrà issata la bandiera rossa. Con tale segnale è sconsigliato fare il bagno e la Strutture declina ogni responsabilità verso coloro che non osservino tale avvertimento.

14. Nelle giornate di vento forte gli ombrelloni dovranno rimanere rigorosamente chiusi, a cura dei clienti ed ospiti. Ogni cliente, in queste circostanze è tenuto ad osservare le disposizioni impartite dal personale di spiaggia. Data la situazione di potenziale pericolo, si sconsiglia la permanenza in spiaggia in caso di condizioni meteorologiche non ideali.
 
15. Il cliente deve osservare le disposizioni contenute nel presente Regolamento, nelle Ordinanze del Comune e della Capitaneria di Porto e nel Regolamento Comunale per l'uso del Demanio Marittimo,  nonché ogni altra disposizione data dalle competenti Autorità. L'inosservanza di tali norme comporterà l'allontanamento dallo stabilimento del trasgressore.

Si raccomanda di non lasciare incustoditi denaro, preziosi in genere, indumenti, giocattoli, materassini e qualsiasi altro oggetto personale. La Struttura non risponde di oggetti e/o materiali di proprietà del cliente ed ospiti danneggiati o rubati nell'ambito della spiaggia.
L'accesso agli animali è consentito nel solo Campeggio “Capalonga”.

L'accesso è per il momento limitato ai cani (salvo deroghe espresse che potranno essere concesse esclusivamente dalla Direzione a discrezione della stessa).

I cani sono i benvenuti nella Struttura ma non dovranno arrecare alcun disagio agli altri ospiti, e dovranno altresì essere rispettate le seguenti specifiche regole:

Art. 1 - L’accesso alla Struttura è consentito esclusivamente ai cani di piccola e media taglia (salve espresse deroghe concesse dalla Direzione). Non si ammettono cani appartenenti a razze considerate pericolose presenti nell’allegato dell’Ordinanza del 12 dicembre 2006 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 10 del 13 gennaio 2007 specificate qui di seguito: American Bulldog, Cane da Pastore di Charplanina, Cane da Pastore dell’Anatolia, Cane da Pastore dell’Asia centrale, Cane da Pastore del Caucaso, Cane da Serra da Erstreilla, Dogo Argentino, Fila Brazileiro, Mastino Napoletano, Perro da canapo Majoero, Perro da presa canario, Perro da presa Mallorquin, American Pit Bull Terrier, Pit Bull mastiff, Pit Bull Terrier, Rafeiro do Alentejo, Rottweiler, Tosa inu.

Art. 2 - I cani sono ammessi esclusivamente nelle piazzole e nelle unità abitative* ad essi dedicate - per un numero massimo di 2 animali per piazzola/unità abitativa - e nelle specifiche zone del campeggio*, indicate nella apposita mappa.

Art. 3 - La presenza di animali ed il loro numero deve essere segnalata al momento della prenotazione ed anche all'arrivo presso la Struttura, in modo da consentire le opportune verifiche da parte del personale del campeggio;

Art. 4 - Alla reception viene consegnata una piantina ove sono evidenziate le zone e i percorsi dedicati ai cani;

Art. 5 - Al check-in gli animali devono essere muniti del libretto sanitario con le vaccinazioni in regola e devono essere identificabili e riconoscibili con microchip o tatuaggio. Devono altresì essere stati sottoposti regolarmente alla profilassi contro le principali parassitosi e malattie infettive (cimurro, leptospirosi e parvovirosi). Eventuali irregolarità potranno essere segnalate all’autorità competente;

Art. 6 - Sono ammessi solo animali condotti al guinzaglio (di lunghezza massima di mt 1,50 - Ord. Minis. 03.03.2009 e succ.). I cani devono indossare il collare antipulci o equipollente dispositivo antiparassitario, oltre alla museruola rigida o morbida da utilizzare al bisogno o a semplice richiesta;

Art. 7 - E' vietato lasciare gli animali incustoditi sia all'esterno che all'interno delle unità abitative e dei mezzi mobili di pernottamento di pertinenza degli ospiti del campeggio;

Art. 8 - I cani devono seguire esclusivamente i percorsi indicati nella planimetria del campeggio e non possono transitare o percorrere altre zone della struttura. E’ severamente vietato portare gli animali nei luoghi comuni, quali bar, ristoranti, piscine e servizi igienici;

Art. 9 - La presenza di animali sull’arenile non è al momento consentita, come da ordinanza emessa dall'Autorità competente (ord. n. 42/2012 del Servizio Demanio Marittimo del Comune di San Michele al Tagliamento);

Art. 10 - I cani devono essere accompagnati nell’apposita area per le loro necessità fisiologiche. Le deiezioni solide devono essere immediatamente rimosse con apposito sacchetto, mentre quelle liquide dovranno essere dilavate con acqua abbondante;

Art. 11 - All’interno della struttura e lungo i percorsi indicati sono disponibili distributori di sacchetti biodegradabili per la raccolta delle deiezioni da introdurre negli appositi contenitori;

Art. 12 - Gli animali non devono recare disturbo agli altri ospiti. Ai cani rumorosi, che ringhiano o abbaiano non sarà consentita la permanenza nel campeggio.

Art. 13 - E' dovere dei proprietari assicurare il massimo rispetto delle norme igienico-sanitarie durante il soggiorno dell’animale all’interno del campeggio;

Art. 14 - Eventuali danni procurati a terzi e alle strutture da parte degli animali sono di completa ed esclusiva responsabilità del proprietario del cane e di colui che abbia condotto l'animale all'interno della Struttura;

Art. 15 - La Direzione si riserva il diritto di allontanare immediatamente dal campeggio gli Ospiti che trasgrediscono le disposizioni del presente Regolamento;

Art. 16 - Si ricorda ai signori clienti che l’occupazione delle unità abitative con animali comporta un addebito extra pari a € 35,00 per le pulizie e la sanificazione dell’alloggio stesso;

Art. 17 - Al termine del soggiorno le unità abitative con presenza di animali dovranno essere rilasciate un'ora prima dell'orario previsto, onde consentire l'espletamento delle procedure di pulizia e sanificazione.
PREMESSA

La Società è concessionaria dello specchio acqueo di proprietà demaniale antistante il lato laguna (lungo il Canale dei Lovi) del Campeggio CAPALONGA sito in San Michele al Tagliamento (Ve) fraz. Bibione Pineda – Via della Laguna n.16.
Tale specchio acqueo è dotato di pontili destinati all’ormeggio di natanti/imbarcazioni da diporto, che vengono assegnati in godimento ai clienti del Campeggio sulla base di rapporti contrattuali individuali di natura temporanea durante la stagione estiva, alle condizioni di seguito precisate.
L'utente del posto-barca è tenuto al rigoroso rispetto di tutte le ulteriori prescrizioni disciplinanti l'uso della Struttura (Campeggio), come da relativi Regolamenti (Regolamento Prenotazioni; Regolamento Struttura; Regolamento Servizio Spiaggia; Regolamento Animali) che il Cliente dichiara di conoscere e si impegna a rispettare .

CONDIZIONI GENERALI 

Art. 1 – Oggetto del contratto
La Società concede temporaneamente in godimento al Cliente, alle condizioni disciplinate dalle presenti Condizioni Generali e dal Regolamento Generale di seguito riportato, il posto-barca (ormeggio) indicato nella “conferma di prenotazione”.
Il Cliente con la sottoscrizione della “conferma di prenotazione” dichiara di conoscere ed accettare il posto-barca assegnatogli, ritenendolo idoneo all'ormeggio dell'imbarcazione indicata nella “conferma di prenotazione”, che sarà l'unica a poterne usufruire.
Le misure dichiarate dal Cliente vengono dallo stesso garantite come conformi a quelle effettive e si intendono riferite al massimo ingombro dell’imbarcazione/natante (comprendendo anche tutto ciò che sporge dallo scafo sia in lunghezza che in larghezza, quali pulpiti, battaglione, bompresso, gruppi poppieri, gruette, terrazzino poppiero, motore f.b., etc. e qualsiasi altra sporgenza).
Per esigenze organizzative dell'approdo o a seguito di disposizioni dell’Autorità Marittima la Società potrà mettere a disposizione del Cliente un diverso posto barca dotato di caratteristiche analoghe a quello indicato nella “conferma di prenotazione”, con rinuncia da parte del Cliente ad ogni contestazione o pretesa in proposito.
Dall'oggetto del presente contratto sono esclusi servizi e forniture non espressamente previsti.
 
Art. 2 – Durata del contratto - Arrivo e Partenza - Obblighi di liberazione del posto-barca  (ormeggio)  al termine del contratto - Ritardo e conseguenze
Il contratto ha la durata indicata nella “conferma di prenotazione”.
Il Cliente dovrà prendere in consegna il posto barca dalle ore 15.00 alle ore 18.00 del giorno di arrivo, e dovrà riconsegnarlo (libero e sgombero da persone e cose) entro le ore 12.00 del giorno di partenza, espletando le relative pratiche durante l'orario di apertura dell'Ufficio Accettazione del Campeggio.
Alla scadenza il contratto cesserà in via automatica e senza necessità di disdetta. L'eventuale proroga della durata o la stipula di un nuovo contratto dovranno formare oggetto di apposito accordo scritto tra le parti.
Dalla data di scadenza del contratto e per ogni giorno (o frazione di giorno) di ritardo nella liberazione e nella riconsegna il Cliente sarà tenuto a pagare alla Società la tariffa giornaliera di ormeggio indicata nel listino prezzi in vigore.
L'efficacia del presente contratto è condizionata all'efficacia della concessione demaniale menzionata in premessa, con la conseguenza che qualora la predetta concessione dovesse per qualunque motivo venire meno  o essere revocata, anche l'efficacia del presente contratto verrà meno, e il Cliente non avrà diritto a esercitare alcuna pretesa nei confronti della Società per ottenere rimborsi o risarcimenti, fatta salva la parte di corrispettivo/canone già versata, che gli verrà restituita proporzionalmente alla minor durata del contratto.

Art. 3 – Corrispettivo – Ritardato pagamento e conseguenze
In difetto di diverso accordo riportato nella “conferma di prenotazione” il corrispettivo andrà saldato al più tardi entro la data prevista per la decorrenza del rapporto contrattuale.
In caso di ritardo nel pagamento del corrispettivo si applicheranno in via automatica e senza necessità di messa in mora gli interessi nella misura del 8% annuo.
Il mancato pagamento del corrispettivo entro il termine convenuto comporterà altresì, sempre senza necessità di messa in mora, la risoluzione di diritto del contratto ai sensi dell'art. 1456 Cod.Civ., salvo il diritto della Società di agire per il recupero dell'intero corrispettivo convenuto e/o per il risarcimento dei danni.
Resta altresì inteso – sin d'ora prestando il proprio consenso in merito il Cliente -  che in caso di mancato pagamento la Società potrà prendere in pegno e/o comunque esercitare il diritto di ritenzione sull'imbarcazione ormeggiata e sugli altri beni portati dal Cliente presso la Struttura, con facoltà di trasferire l'imbarcazione e gli altri beni a terra e di procedere secondo le norme stabilite per la vendita del pegno, con diritto a soddisfarsi sul ricavato per l'ammontare del proprio intero credito (anche per interessi e spese) , mentre l'eventuale importo residuo sarà restituito al proprietario dei beni. Il Cliente presta sin d'ora il proprio assenso a quanto sopra ed esonera la Società da ogni responsabilità sia civile che penale dipendente dall'esecuzione delle sopradescritte operazioni.
 
Art. 4 – Identificazione dei Clienti e adempimenti di P.S.
All'arrivo presso la Struttura i Clienti sono tenuti a presentarsi presso gli Uffici della Società per l'espletamento delle pratiche di identificazione e di accesso e per la sottoscrizione del contratto di ormeggio in originale (ove non già intervenuta in precedenza). Si richiamano le previsioni del Regolamento generale della Struttura.
Eventuali visitatori sono ammessi solo con l'autorizzazione della Direzione.
E' vietato il pernottamento all'interno delle unità ormeggiate.


Art. 5 – Esclusione della custodia
Il presente contratto non comporta da parte della Società l'assunzione di alcun incarico o obbligo di custodia dell’unità da diporto e relative attrezzature e accessori, ovvero di altri beni di proprietà del Cliente, che resta l'esclusivo detentore e custode dei beni stessi.
E’ pertanto espressamente esclusa qualsiasi responsabilità della Società per eventuali danni conseguenti (tra l'altro) ad incendio, atti dolosi e atti vandalici di terzi, furti, eventi atmosferici/meteomarini, eventi di forza maggiore etc.
L'eventuale presa in consegna dell'imbarcazione e l'assunzione dei conseguenti obblighi di custodia da parte della Società dovrà essere espressamente convenuta per iscritto tra le parti, a pena di nullità (non valendo a tal fine la consegna delle chiavi al Personale o alla Direzione, che – ove eventualmente effettuata dal Cliente – verrà ricevuta dalla Società per mera comodità del Cliente ovvero per rendere possibili interventi, anche di emergenza, che la Società avrà la facoltà di effettuare al fine della sicurezza o della migliore gestione degli ormeggi; analogamente, il servizio di vigilanza/monitoraggio concerne esclusivamente un’attività generale sulle strutture e sul rispetto delle norme di comportamento da parte degli Utenti, senza alcun obbligo di vigilanza specifica sulle imbarcazioni e sulle persone che se ne servono, restando comunque esclusa ogni assunzione di custodia e conseguente responsabilità a carico della Società).
Anche in caso di presa in consegna dell'unità da diporto (nel rispetto delle modalità più sopra richiamate) la custodia si intenderà comunque limitata all'unità nella sua struttura essenziale, con obbligo per il Cliente di asportare preventivamente oggetti, denaro e/o altri valori presenti all'interno dell'imbarcazione (ivi comprese le attrezzature e gli accessori costituenti dotazione dell'imbarcazione stessa - a titolo esemplificativo motori, vele, tender, apparecchiature, dotazioni di sicurezza ecc. - , a meno che si tratti di oggetti  espressamente consegnati e dati in custodia alla Società dal Cliente, con contestuale sottoscrizione di apposito verbale), con esclusione di ogni responsabilità della Società per sottrazioni, perdite o deterioramenti di eventuali oggetti lasciati dal Cliente a proprio rischio e pericolo all'interno dell'imbarcazione.

Art. 6 – Assicurazione
L’unità da diporto deve essere adeguatamente assicurata con primaria compagnia a copertura dei danni da responsabilità civile causati a terzi durante il corso del presente rapporto, ivi compresi i danni ad altre imbarcazioni ed alle persone alle medesime addette o sulle medesime trasportate , nonché i danni alle attrezzature ed agli impianti della Società nonché al personale anche non dipendente impiegato nella struttura ricettiva a qualsivoglia titolo, per un massimale non inferiore ai minimi di legge per sinistro.
Su richiesta copia della polizza dovrà essere consegnata alla Società, che si riserva il diritto di allontanare dall'ormeggio le imbarcazioni non coperte da adeguata assicurazione.

Art. 7 - Divieto di sub-locazione e/o cessione del contratto
Senza il consenso scritto della Società il Cliente non potrà sub-locare a terzi, neanche temporaneamente, l’ormeggio oggetto del presente contratto né cedere a terzi il medesimo contratto e i diritti dallo stesso derivanti.
L’eventuale tolleranza della Società non potrà valere quale accettazione dell’intervenuta sub-locazione o cessione.
La violazione del divieto di sublocazione e/o di cessione comporterà la risoluzione di diritto del contratto ai sensi dell'art. 1456 c.c.
Il diritto di ormeggio è strettamente personale, e potrà essere esercitato dal Cliente solo per l'imbarcazione indicata nella “conferma di prenotazione”.
In caso di mancato utilizzo del posto barca il Cliente non avrà diritto di pretendere rimborsi.

Art. 8 – Ulteriori obblighi del Cliente
Con la sottoscrizione del contratto e/o della “conferma di prenotazione” il Cliente:
a) dichiara di conoscere ed accettare i Regolamenti che disciplinano la Struttura (Regolamento Prenotazioni; Regolamento Struttura; Regolamento Servizio Spiaggia; Regolamento Animali; Regolamento per l'Uso dei Posti-barca a servizio del Campeggio) e si impegna a rispettarne integralmente le previsioni (comprese le eventuali future modifiche che la Società o l'Autorità Marittima dovessero apportarvi per la miglior gestione della Struttura e dello specchio acqueo in concessione;
b) riconosce che ogni operazione di movimentazione dell’unità da diporto e l’ormeggio della stessa sono di esclusiva competenza del Cliente, che assume ogni inerente responsabilità anche per il caso di eventi atmosferici e per le relative conseguenze. Eventuali interventi della Società al fine di evitare maggiori danni alle imbarcazioni o ad altri beni degli utenti (es.: sostituzione o rafforzamento degli ormeggi, ricovero delle imbarcazioni a terra etc.) saranno puramente discrezionali e non comporteranno alcun obbligo o responsabilità a carico della Società. I costi di tali eventuali interventi di emergenza saranno addebitati al Cliente;
c) si impegna a rispettare tutte le norme marinaresche in materia di ormeggio, con particolare riguardo all’impiego di adeguati parabordi ed alle tecniche di ormeggio (rispetto della viabilità, utilizzo delle cime e/o simili, adeguatezza dell’ormeggio in base alle variazioni meteo-marine, etc.);
d) riconosce che il Cliente resta esclusivo responsabile di ogni danno eventualmente cagionato a terzi da cose, persone ed impianti a qualsiasi titolo ospitati all'interno dell'unità da diporto o condotti all'interno della Struttura;
e) dichiara e garantisce di essere in possesso di tutte le autorizzazioni, i titoli personali e le certificazioni previste dalla normativa vigente per l'utilizzo dell'imbarcazione/natante e per la navigazione della stessa;
f) dichiara e garantisce che l'imbarcazione è in regola con le prescrizioni di legge;
g) si impegna a comunicare tempestivamente alla Società eventuali atti di cessione dell'imbarcazione, cambi di bandiera, provvedimenti di sequestro o costitutivi di altri vincoli eseguiti sulla stessa, etc.

Art. 9 – Proprietà dell'unità da diporto:
Il soggetto che sottoscrive la conferma di prenotazione garantisce di essere proprietario dell'unità da diporto, e comunque di agire in nome e per conto del proprietario e nell'ambito dei poteri dallo stesso conferiti, con impegno -in tale secondo caso- a far sottoscrivere il contratto anche da parte del proprietario, al più presto e comunque prima della data stabilita per la decorrenza del rapporto contrattuale.
In ogni caso, il soggetto che sottoscrive la conferma di prenotazione assume anche personalmente tutti gli obblighi discendenti dalla sottoscrizione del contratto.
Fermi gli obblighi assunti in proprio dal sottoscrittore, la Società si riserva di far valere l'inefficacia del contratto e/o di richiederne la risoluzione nel caso di mancata sottoscrizione del contratto anche da parte dell'effettivo proprietario del bene.


Art. 10 – Operazioni di alaggio, varo, invasatura e/o tiraggio
Nel caso in cui l’Utente intenda commissionare alla Società le operazioni di alaggio, varo,  invasatura e/o tiraggio dell’unità da diporto (dietro versamento di apposito corrispettivo), lo stesso dovrà fornire ogni precisa informazione tecnica circa la posizione degli strumenti, le strutture e gli organi sporgenti dalla carena o qualunque altro oggetto che potesse venire danneggiato nelle suddette operazioni, restando la Società sollevata da qualsiasi responsabilità per eventuali danni che potessero verificarsi durante tali operazioni.
Per la messa a terra dell'unità (ove concordata con la Società, con la sottoscrizione di separato contratto e la pattuizione di autonomo corrispettivo) l'utente dovrà fornire personalmente l'invasatura necessaria, garantendone la corrispondenza alle caratteristiche della propria unità nonché il buono stato e l'efficienza, assumendo ogni onere e responsabilità al riguardo
 
Art. 11 – Risoluzione
Il contratto si risolverà di diritto ai sensi dell'art. 1456 Cod. Civ. nei seguenti casi:
a)  mancato pagamento del corrispettivo nel termine pattuito;
b)  cessione in godimento a terzi, anche temporanea, del posto-barca/ormeggio;
c)  false e/o inesatte dichiarazioni relative alle specifiche dell’imbarcazione/natante ormeggiata;
d)  mancanza di adeguata copertura assicurativa;
e)  violazione delle previsioni del Regolamento generale della Struttura e/o del Regolamento per l'Uso dei Posti-Barca a servizio del Campeggio.
Il presente contratto perderà altresì efficacia qualora dovesse venire meno la concessione demaniale citata in premesse.

Art. 12 – Obblighi in caso di cessazione del contratto
In ogni caso di cessazione degli effetti del presente contratto (anche per scadenza del termine di durata) il Cliente sarà tenuto a liberare immediatamente il posto ormeggio occupato e ad effettuarne la restituzione alla Società.
Per ogni giorno di successiva occupazione il Cliente sarà tenuto a pagare alla Società la tariffa giornaliera di ormeggio indicata nel listino prezzi in vigore, salvo il risarcimento dell'eventuale maggior danno.
Per la medesima ipotesi la Società avrà facoltà di provvedere alla rimozione dell'imbarcazione ed al suo ricovero a terra o in altro luogo (anche fuori dell’area di pertinenza della Struttura), con addebito al Cliente di ogni relativa spesa (alaggio, parcheggio e/o custodia) secondo le tariffe in vigore, un tanto decorsi quindici giorni dalla cessazione dell'efficacia del contratto e senza bisogno di preavviso o di previa costituzione in mora.  

Art. 13 – Foro Competente
Per qualsiasi controversia derivante dal presente contratto resta stabilita in via esclusiva la competenza territoriale del Foro in cui ha sede la Società (salva la previsione normativa di diverso Foro di natura inderogabile).

Art. 14 – Legge applicabile
Il rapporto tra la Società ed il Cliente è regolato dalla legge italiana.

Art. 15 – Comunicazioni ed elezione di domicilio
Al fine dell’esecuzione del presente contratto e per qualsiasi notifica o comunicazione si rendesse necessaria, ivi compresa la notifica di atti giudiziari, la Società elegge domicilio presso la propria sede legale, ed il Cliente presso l’indirizzo indicato nella conferma di prenotazione.
Il Cliente si obbliga a comunicare con la massima sollecitudine e per iscritto alla Società eventuali variazioni del proprio indirizzo.


REGOLAMENTO PER L'USO DEI POSTI-BARCA

1) OGGETTO DEL PRESENTE REGOLAMENTO :
ll presente Regolamento disciplina le modalità di fruizione degli ormeggi e la condotta da tenersi all'interno della Struttura, in connessione sempre con la fruizione degli ormeggi.

2) VINCOLATIVITA' DEL REGOLAMENTO E SUA PUBBLICITA':
Il presente Regolamento (e le future variazioni che la Società e l'Autorità Marittima riterranno di apportarvi per la miglior gestione della Struttura e degli ormeggi) è vincolante per chiunque acceda alla Struttura ed utilizzi anche in via di mero fatto gli ormeggi e le altre dotazioni.
La Società garantisce adeguata pubblicità al presente Regolamento, che viene esposto presso gli uffici della Direzione della Struttura e che sarà consegnato in copia a qualunque interessato ne faccia richiesta.
Ad analoga pubblicità saranno sottoposte anche le eventuali future variazioni del Regolamento.
Chiunque accede alla Struttura ed agli ormeggi è tenuto a prendere visione del presente Regolamento e degli avvisi e segnalazioni in genere, anche delle autorità competenti, esposti presso gli uffici della Direzione della Struttura, nonché a rispettare le relative prescrizioni, assumendo esclusiva e diretta responsabilità per la propria negligenza e per le proprie omissioni.
L'Utente è tenuto a far rispettare il presente Regolamento (e future variazioni) e le prescrizioni dell'Autorità Marittima anche ai propri familiari ed ospiti ed a qualsiasi persona condotta all'interno della Struttura e presso gli ormeggi, nonché a tutti i componenti del proprio equipaggio.
Senza pregiudizio per i provvedimenti che potranno essere adottati dall'Autorità competente, l'inosservanza delle previsioni del presente Regolamento costituirà grave inadempimento dell'Utente, e potrà dar luogo alla risoluzione dei contratti in essere, salvo il risarcimento dei danni causati alla Società.

3) INDIVIDUAZIONE DEI POSTI-BARCA:
I posti-barca sono indicati da apposita segnaletica.
La Direzione mantiene aggiornato presso i propri uffici un apposito tabulato con l'indicazione dei nominativi degli aventi diritto al posto-barca e dei dati identificativi delle rispettive unità da diporto.
Gli Utenti sono tenuti a comunicare tempestivamente alla Società eventuali atti di cessione dell'unità, cambi di bandiera, provvedimenti di sequestro o costitutivi di altri vincoli eseguiti sull'unità, etc.
Ciascun Utente può usufruire esclusivamente del posto-barca assegnatogli .
E' consentito l'ormeggio presso il posto-barca della sola unità indicata dall'Utente all'atto della prenotazione e/o della registrazione .
Le misure dell'unità sono dichiarate dall'Utente sotto la propria responsabilità e si intendono riferite al massimo ingombro dell'imbarcazione/natante (comprendendo anche tutto ciò che sporge dallo scafo sia in lunghezza che in larghezza , quali pulpiti, battaglione, bompresso, gruppi poppieri, gruette, terrazzino poppiero, motore f.b., etc. e qualsiasi altra sporgenza)
               
4) RICHIAMO ALLE PREVISIONI CONTRATTUALI VIGENTI NELL'AMBITO DELLA STRUTTURA :
La Società mette a disposizione dell’Utente a titolo oneroso ed in via temporanea uno o più posti-barca, previa sottoscrizione di apposito contratto ed alle specifiche condizioni (di oggetto, durata, corrispettivo, etc.) indicate nel contratto stesso, da integrarsi con le previsioni delle Condizioni Generali.
Il testo delle Condizioni Generali destinate a disciplinare i rapporti con gli Utenti è oggetto di adeguata pubblicità ed è a disposizione presso la Direzione della Struttura.
Si ricorda esemplificativamente:
  • che la concessione in godimento riguarda il posto barca indicato in contratto per la durata e per il corrispettivo espressamente convenuti, restando salva la facoltà della Società di mettere a disposizione dell'Utente un posto barca diverso dotato di caratteristiche analoghe a quello indicato in contratto. Sono esclusi i servizi e/o le forniture non espressamente indicati;
  • che con la sottoscrizione del contratto l'Utente dichiara di conoscere ed accettare il posto-barca assegnatogli e di ritenerlo idoneo alle proprie esigenze, assumendo esclusiva responsabilità in ordine alla correttezza dei dati e delle informazioni fornite alla Direzione al momento della sottoscrizione del contratto;
  • che il posto-barca è concesso in godimento agli Utenti per specifici periodi, con automatica cessazione alla scadenza e con esclusione di ogni rinnovo tacito;
  • che in caso di ritardo nella liberazione del posto barca alla scadenza del contratto ovvero alla cessazione del rapporto per qualsiasi causa saranno dovute le Tariffe giornaliere di ormeggio in vigore presso la Struttura. Tali Tariffe sono esposte presso gli uffici della Direzione della Struttura e debitamente pubblicizzate nell'ambito della medesima Struttura;
  • che in caso di mancato pagamento dei corrispettivi dovuti per lo stazionamento la Società avrà facoltà di prendere in pegno e/o di esercitare il diritto di ritenzione sull'unità da diporto ormeggiata e sugli altri beni presenti nell'unità da diporto all'ormeggio, nonché su quelli portati dall'Utente all'interno della Struttura;
  • che la Società si limita a mettere a disposizione dell'Utente il posto-barca indicato , senza assumere alcun obbligo di custodia e conseguente responsabilità; l'eventuale consegna delle chiavi al personale della Struttura sarà ricevuta ed accettata per mera comodità dell'Utente  ovvero per rendere possibili eventuali interventi ai fini della miglior sicurezza e gestione degli ormeggi, senza comportare l'assunzione della custodia (da pattuirsi in maniera espressa e per iscritto e dietro versamento di apposito corrispettivo); anche in caso di assunzione della custodia la stessa si intenderà limitata all’unità da diporto da diporto nella sua struttura essenziale , con obbligo dell'Utente di asportare pertinenze, dotazioni e parti amovibili in genere e con esclusione di ogni responsabilità della Società per la perdita o il danneggiamento di eventuali beni non asportati;
  • che l'Utente è l'esclusivo responsabile dell'ormeggio e della movimentazione dell'unità da diporto;
  • che è esclusa ogni responsabilità della Struttura, tra l'altro, per eventuali danni conseguenti ad incendio, atti dolosi e colposi di terzi, furti, eventi atmosferici e meteo-marini, eventi di forza maggiore etc.;
  • che l'Utente resta esclusivo responsabile di ogni danno eventualmente cagionato a terzi da cose, persone ed impianti a qualsiasi titolo ospitati all'interno dell'unità da diporto o condotti nella Struttura;
  • che l’unità da diporto deve essere coperta da adeguata assicurazione R.C. e che la Società si riserva il diritto di allontanare dalla Struttura le unità da diporto non coperte da adeguata assicurazione;
  • che il diritto di ormeggio è strettamente personale e non può essere ceduto nè a qualunque titolo concesso o sub-concesso in godimento a terzi.

5) ACCESSO ALLA STRUTTURA:
All'atto dell'ingresso nella Struttura con la propria unità da diporto l'Utente sarà tenuto a rivolgersi agli uffici della Direzione per la sottoscrizione del contratto di ormeggio (ove non lo abbia già fatto in precedenza) e per l'espletamento degli ulteriori incombenti di legge.
E' vietato l'utilizzo degli ormeggi a chiunque non abbia provveduto alla previa regolare sottoscrizione del contratto di ormeggio.
Salvo diversa disposizione della Direzione, i posti-barca sono riservati agli ospiti del Campeggio.

6) CORRISPETTIVO:
Il corrispettivo dell'ormeggio è quello risultante dalle Tariffe in vigore, regolarmente esposte presso gli uffici della Direzione della Struttura.
Qualunque soggetto utilizzi anche in via di mero fatto l'ormeggio accetta tali Tariffe ed è tenuto al pagamento della Tariffa Giornaliera di ormeggio per ogni giorno (o frazione di giorno) di stazionamento.

7) MANCATO PAGAMENTO DEL CORRISPETTIVO:
In ogni caso di mancato pagamento dei corrispettivi dovuti per lo stazionamento la Società avrà facoltà di prendere in pegno e/o di esercitare il diritto di ritenzione sull'unità da diporto ormeggiata e sugli altri beni presenti nell'unità da diporto all'ormeggio nonché su quelli portati dall'Utente all'interno della Struttura.
In ogni caso di esercizio del diritto di pegno e/o del diritto di ritenzione la Società avrà facoltà di spostare a terra, anche al di fuori della Struttura, l'unità da diporto ovvero gli altri beni soggetti al pegno ed al diritto di ritenzione.

8) NATURA PERSONALE DEL DIRITTO DI ORMEGGIO:
L’utilizzo dell'ormeggio è strettamente personale e intrasferibile e può essere esercitato solo per l'unità da diporto indicata nel contratto d’ormeggio. In nessun caso l’Utente potrà pretendere rimborsi per il mancato utilizzo dell'ormeggio.

9) MODIFICA DEL POSTO-ORMEGGIO E SPOSTAMENTO A TERRA DELL'IMBARCAZIONE:
La Società si riserva il diritto di modificare la posizione dell'ormeggio, di sistemare temporaneamente a terra l'unità da diporto e di compiere quant'altro utile al miglior funzionamento ed alla sicurezza degli ormeggi e della Struttura (in particolare per condizioni meteo, motivi di sicurezza, manutenzioni, esigenze operative, svolgimento di manifestazioni, eventi sportivi o altre simili fattispecie, o per disposizioni della Pubblica Autorità).
Il corrispettivo di ormeggio sarà dovuto dall'Utente anche in caso di ricovero a terra dell'unità da diporto, salvi diversi specifici accordi scritti tra le parti (per la applicazione di diverse Tariffe).  

10) RESPONSABILITA' PER LO STATO E L'UTILIZZO DELL'UNITA' DA DIPORTO:
L’Utente dichiara e garantisce che l'unità da diporto è in regola con le prescrizioni di legge e garantisce di essere in possesso di tutte le autorizzazioni prescritte per il suo utilizzo.
L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile di tutti i relativi adempimenti di legge.
L’unità da diporto deve essere tenuta in stato di decoro e di buona conservazione e deve altresì essere in perfetta efficienza sotto il profilo della sicurezza ed in regola con le disposizioni emanate in proposito dalle competenti Autorità e dalla Direzione, in modo da non costituire pericolo per sé e per le altre unità.
In ogni caso di violazione di tali prescrizioni la Società (oltre a poter informare l'Autorità competente per ogni più opportuno provvedimento, ed oltre a poter pretendere l'allontanamento dell'unità dalla Struttura) avrà facoltà -previo avviso all'Utente- di rimuovere direttamente l'unità da diporto (portandola a terra e ricoverandola anche al di fuori della Struttura) ovvero di eseguire direttamente i lavori di sistemazione e ripristino, in entrambi i casi con addebito di ogni relativo corrispettivo all’Utente .
In caso di urgenza la Società potrà direttamente intervenire sull'unità da diporto ai fini della sua sistemazione e/o del suo ripristino, senza necessità di previo avviso all'Utente.
Resta salva ogni diversa facoltà e diritto della Società.

11) ASSICURAZIONE DELL'UNITA' DA DIPORTO:
Ogni natante/unità da diporto condotto all'interno della Struttura deve essere adeguatamente assicurato con primaria compagnia a copertura dei danni da responsabilità civile causati a terzi durante la permanenza e la movimentazione nell'ambito della Struttura e dell'ormeggio, ivi compresi i danni ad altre unità da diporto ed alle persone alle medesime addette o sulle medesime trasportate, nonché i danni alle attrezzature ed agli impianti della Società ed al personale anche non dipendente impiegato nella Struttura a qualsivoglia titolo, per un massimale non inferiore ai minimi di legge per sinistro. A richiesta copia della polizza di assicurazione R.C. dovrà essere esibita alla Società, che si riserva il diritto di allontanare dall'ormeggio e dalla Struttura le imbarcazioni non coperte da adeguata assicurazione (ovvero la cui assicurazione non sia stata comprovata).

12)          RESPONSABILITA' PER L'ORMEGGIO:
L’Utente è tenuto a provvedere personalmente all'ormeggio dell'unità da diporto nel posto barca assegnatogli, utilizzando cavi e cime di sua proprietà. Egli è l'unico ed esclusivo responsabile del modo in cui l'ormeggio viene effettuato e dell'efficienza ed adeguatezza dei mezzi di ormeggio utilizzati. In caso di assenza prolungata l’Utente deve sincerarsi della buona tenuta dei cavi di ormeggio. Per motivi di sicurezza il personale della Società avrà facoltà (non comunque l'obbligo) di procedere alla sistemazione dell'ormeggio con addebito dei relativi costi all'Utente.

13) PRESCRIZIONI PER L'ORMEGGIO E LO STAZIONAMENTO DELLE UNITA':
E’ vietato a tutte le unità, salvo casi di forza maggiore, dare fondo alle ancore.
Le unità devono ormeggiarsi esclusivamente agli anelli o bitte ed alle briccole e l'Utente e comunque ogni eventuale utilizzatore sono responsabili di ogni danno che alle stesse venga arrecato.
L’attracco deve essere effettuato con cime e cavi di proprietà dell'Utente di diametro adeguato ed in ottimo stato, da assicurare alle bricole con galleggianti che ne facilitino lo scorrimento durante i cambi di marea, ed agli anelli o bitte in banchina.
Sui fianchi dell’unità da diporto devono essere posti parabordi efficienti, adeguati alle dimensioni dell’unità ed in numero sufficiente per evitare danni alla propria e alle altrui unità da diporto.
L’attracco di fianco sarà ammesso soltanto previa autorizzazione della Direzione della struttura.
In caso di temporanea e breve assenza da bordo, la passerella deve essere rientrata o alzata, in caso di prolungata assenza deve essere completamente rientrata.
Di notte le passerelle devono essere convenientemente illuminate.
Ogni Utente è responsabile della sicurezza dell'ormeggio eseguito e di ogni relativa conseguenza.

14) OBBLIGO DI RISPETTO DELLE PRESCRIZIONI NORMATIVE E DI QUELLE IMPARTITE DALLA DIREZIONE:
L’Utente è tenuto alla stretta osservanza delle Leggi, delle norme del presente Regolamento, dei regolamenti in materia di regime amministrativo delle navi, del Regolamento Doganale, di polizia e di sicurezza, così come delle disposizioni impartite dalla Direzione della Struttura, ed è responsabile sia penalmente che civilmente delle infrazioni commesse. Egli deve inoltre mettere in atto tutte le misure idonee a proteggere le cose di sua proprietà da furti, danneggiamenti e simili.

15) ESCLUSIONE DELLA CUSTODIA:
La Società non assume alcun obbligo di custodia delle unità da diporto ormeggiate, neppure in caso di eventuale consegna delle chiavi, le quali saranno ricevute ed accettate dal personale della Società per mera comodità dell'Utente ovvero per rendere possibili eventuali interventi (anche d'urgenza) ai fini della miglior sicurezza e gestione degli ormeggi.
Analogamente, è esclusa l'assunzione della custodia anche in caso di messa a terra dell'unità 
L'eventuale assunzione della custodia andrà pattuita in maniera espressa e per iscritto, dietro versamento di apposito corrispettivo.
Anche in caso di eventuale assunzione della custodia la stessa si intenderà limitata all’unità da diporto nella sua struttura essenziale, con obbligo dell'Utente di asportare pertinenze, dotazioni e parti amovibili in genere (quali a titolo esemplificativo motori, vele, tender, apparecchiature, dotazioni di sicurezza etc.) ed esclusione di ogni responsabilità della Società per il caso di loro perdita o danneggiamento, ove lasciati a bordo a rischio e pericolo dell'Utente.



16) ESCLUSIONE DI RESPONSABILITA' PER DANNI E FURTI:
La Società non risponde dei danni subiti dall’unità da diporto nei casi di inidoneità dell’ormeggio e di condizioni meteorologiche avverse. La Società non risponde di eventuale furti che dovessero verificarsi nelle aree a terra, pontili, banchina, aree di parcheggio, nonché a bordo o all’interno delle unità da diporto. Non risponde di qualsiasi danno arrecato a persone e cose che si trovino nell’ambito dell’area di ormeggio da persone che non siano suoi dipendenti.

17) MANOVRE E MOVIMENTAZIONE DELLE UNITA' ALL'INTERNO DEL PORTO:
Tutte la manovre all’interno dell’approdo devono essere effettuate nella piena osservanza delle disposizioni impartite dalla Direzione, la quale potrà disporre il movimento e lo spostamento degli ormeggi qualora si rendesse necessario od opportuno.
In caso di assenza dell'Utente o di suoi incaricati (ovvero in caso di rifiuto) la Società potrà provvedere direttamente a mezzo di proprio personale, addebitando all'Utente i relativi costi.
 Per esigenze di adeguata gestione della Struttura e degli ormeggi e per ogni caso di emergenza (ad es. per situazioni meteorologiche avverse) la Società avrà facoltà (comunque non l'obbligo) di effettuare tutte le manovre che si rendano opportune per la sicurezza dell’approdo e delle unità da diporto, così come potrà provvedere allo spostamento dell'unità da diporto dall'ormeggio anche con ricovero della stessa a terra.
Tali interventi non comporteranno la presa in custodia dell'unità da diporto e dei beni ricoverati all'interno della stessa.

18) DIVIETO DI PERNOTTAMENTO:
Non è consentito pernottare all'interno delle unità da diporto ormeggiate.

19) ASSENZA SUPERIORE ALLE 24 ORE:
L’Utente che si assenti per un periodo superiore alle 24 ore è tenuto a darne comunicazione alla Direzione della Struttura, indicando la data e l’ora di partenza e possibilmente la località che intende raggiungere nonché la data di previsto ritorno. Durante l'assenza dell'imbarcazione il posto-ormeggio resta a disposizione della Società.

20) AFFONDAMENTO O INCENDIO DELL'UNITA':
In caso di affondamento dell'unità l’Utente è obbligato -dopo aver ottenuto la corrispondente autorizzazione da parte della Società -alla rimozione o allo smantellamento del relitto nonché alla bonifica dell'intera area interessata, ovvero, in caso di intervento diretto da parte della Società, a rimborsare alla stessa ogni onere e costo a tal fine sostenuto.
Analogo obbligo sussiste in caso di incendio.

21) DIVIETI :
Nell'intera zona degli ormeggi ed all’imboccatura sono vietati:
  • la balneazione;
  • le immersioni subacquee;
  • la pesca di ogni tipo;
  • le ispezioni delle carene;
  • le eventuali manutenzioni e/o prove motore;
  • l’uso dei segnali acustici;
  • l’effettuazione di lavori rumorosi o qualunque altra attività o comportamento che possano disturbare la quiete altrui;
  • l’uso di qualsiasi proiettore o faro;
  • tutti i lavori che comportino disagio o molestie agli altri Utenti;
  • la messa in moto delle eliche con unità ormeggiata, la carica delle batterie e l'utilizzo dell’alimentazione elettrica senza personale.

Le ispezioni delle carene o eventuali lavori subacquei o sulle imbarcazioni sono di esclusiva competenza della Società, che vi provvede mediante proprio personale e nel rispetto delle prescrizioni di sicurezza.
E’ vietato ingombrare le banchine, i moli ed i pontili, con oggetti, attrezzature ed apparecchiature, ovvero sporcarli con qualunque materiale e/o prodotto.
La Direzione accertato l’accaduto provvederà a far rimuovere quanto abusivamente depositato ovvero a far pulire quanto imbrattato a spese dell’Utente e/o comunque del responsabile.

22) ORARIO DEL SILENZIO :
Va rispettato il silenzio dalle ore 13.30 alle ore 15.30 e dalle ore 23.30 alle ore 7.00 del mattino. In generale, ed anche fuori da tali orari, vanno evitati comportamenti che possano recare disturbo agli altri ospiti della Struttura.

23) VELOCITA' MASSIMA CONSENTITA:
La velocità massima consentita è di 3 nodi (5,5 km/h) nello specchio aqueo e di 10 km/h a terra (per i veicoli autorizzati all'accesso), salve l'obbligo di tenere le minori velocità giustificate nel caso concreto per ragioni di prudenza.
                24) RIFIUTI :
E’ vietato lo svuotamento di acque di sentina, il getto o l'abbandono di rifiuti di qualsiasi genere, di oggetti, di liquidi, di detriti o altro nell’ambito dell’approdo, sia in acqua che sulle banchine, moli, pontili.
La Struttura è dotata di appositi contenitori per la raccolta differenziata (distinti in frazione umida-frazione indifferenziata-VPL), che dovranno essere utilizzati dagli Utenti nel rigoroso rispetto della relativa destinazione e delle prescrizioni della normativa vigente .
Ogni diverso rifiuto potrà essere smaltito solo previo accordo con la Direzione.
Per le esigenze personali devono essere usati gli appositi locali igienici esistenti a terra, salvo che l’unità sia dotata di specifiche attrezzature per raccogliere i liquami di bordo.

25) PRESCRIZIONI DI SICUREZZA E PER PREVENIRE IL RISCHIO DI INQUINAMENTO:
Gli utenti e le unità ormeggiate devono osservare le seguenti prescrizioni di natura preventiva e generale:
  1. in caso di versamento accidentale di idrocarburi in acqua o sulle banchine, moli o pontile, il responsabile deve immediatamente avvisare la Direzione della Struttura, provvedendo nel contempo a mettere in atto tutti i provvedimenti più opportuni per contenere e limitare il danno e ad informare il personale delle unità vicine e quanti si trovino in loco. La bonifica della zona interessata sarà effettuata dalla Direzione con proprio personale e a spese del responsabile;
  2. prima della messa in moto del motore l’Utente deve provvedere all’areazione del vano motore;
  3. prima di ormeggiarsi ogni unità deve controllare che non esistano residui di perdite di idrocarburi in sentina e che non vi siano perdite degli stessi in acqua;
  4. gli impianti elettrici di bordo devono essere in perfetto stato di funzionamento e di manutenzione;
  5. in caso di assoluta necessità, mancanza completa di carburante, necessità di riparazioni ecc., l’interessato, proprietario o ditta che abbia necessità di un rifornimento in loco deve richiedere espressa autorizzazione alla Direzione, qualunque sia la quantità di cui si tratti, anche minima;
  6. i compartimenti di bordo contenenti le bombole di gas liquido devono essere adeguatamente areati;
  7. gli estintori di bordo devono essere rispondenti ai regolamenti in vigore, in numero adeguato ed in perfetta efficienza.
  8. l’utente è tenuto a effettuare la ricarica delle batterie sempre sotto il suo personale controllo ovvero in caso di assenza dandone comunicazione al personale della Struttura, un tanto per ovviare a possibili fuoriuscite o accumuli pericolosi di gas prodotti dalla carica delle batterie stesse.

26) PRESCRIZIONI IN CASO DI INCENDIO:
                In caso di incendio a bordo di una unità, sia le persone a bordo della stessa sia le persone a bordo delle unità vicine dovranno procedere con la massima tempestività ed incisività, per quanto possibile, contro le fiamme, avvisando nel contempo coi mezzi più rapidi possibili (sirene, telefono, mezzi acustici, personale ecc...) la Direzione, che provvederà ad informare le Autorità e gli organi di cui sia previsto l’intervento. E' espressamente attribuita alla Direzione la facoltà di disormeggiare immediatamente l’unità interessata dall'incendio e di allontanarla dal pontile e dalla Struttura.

27) NUMERI DI EMERGENZA:
Si informa che le Autorità da contattare in caso di emergenza sono:
  • Pronto Soccorso: 118
  • Direzione Struttura: +39 0431 438351
  • Vigili del Fuoco: 115
  • Capitaneria di Porto: 0431 430893 – bibione@guardiacostiera.it

28) ASSISTENZA RADIOTELEFONICA:
La Società è dotata di un servizio di ascolto sul canale di lavoro assegnato dal Ministero delle PP.TT (canale 9) e può essere contattata telefonicamente ai recapiti resi noti.

Offerte

Richiedi il tuo
preventivo gratuito

* Nome:
* Cognome:
* E-mail:
Telefono:
Data arrivo:
Data partenza:
* Alloggi:
Numero adulti:
Seniores(Adulti +60 anni):
Numero bambini:
Età bambino 1:
Età bambino 2:
Età bambino 3:
Richieste particolari:
Campi obbligatori *
Una vacanza al
Camping Village
Capalonga include
sempre:
Accesso alle piscine e
al parco acquatico
Animazione diurna e serale
Miniclub per bambini e ragazzi
Wi- Fi gratis (a banda limitata)

Newsletter

SE NON VUOI PERDERTI LE NOSTRE MIGLIORI OFFERTE PER LE TUE VACANZE A BIBIONE...

NEWS & EVENTI

Innovazione e novità: il Camping Village Capalonga per il 2020 è pronto a stupirvi

Camping Village Capalonga 2020: una novità dietro l’altra

EVENTI A BIBIONE AUTUNNO 2019

Scopri tutti gli eventi organizzati nella città di Bibione in autunno
INFO & DOWNLOAD
Camping Capalonga
Viale della Laguna,16 - Loc. Bibione Pineda - 30028 Bibione (Ve)
Tel. +39 0431 438351 / +39 0431 216100 Fax +39 0431 438986
Privacy Policy P.Iva 00181380270
Azienda Registrata EMAS - Dichiarazione Ambientale
Privacy Policy P.Iva 00181380270
Credits TITANKA! Spa © 2019